Cosa stai cercando?
  • Affrontare lo stress, vivere meglio
  • Riappacificarsi con sè stessi e la propria vita
    Contattaci per una consulenza: +39 333 288 9983 | +39 339 673 1604

Ri-conosciamoci

Il 26 Febbraio si è tenuto uno dei nostri appuntamenti ormai fissi presso la Galleria Arte Sempione a Roma. Circondati da stupende opere d’arte sull’amore, in esposizione per il concorso “Love for Art” organizzato dalla galleria, abbiamo ovviamente parlato di relazioni, in particolare di come lo stress può manifestarsi nella coppia e quali conseguenze esso può generare nei partner, a livello emotivo e fisico.

alessia viola, giulia armani e serena gungui

spettatori al convegno

Dopo aver velocemente accennato alle condizioni di vita, negative e non, che possono rappresentare una fonte di stress per la coppia, ci siamo soffermate a riflettere su un tipo particolare di stress, a cui non sempre diamo peso. Stiamo parlando di quelle situazioni di pressione e pregiudizio in cui si trovano le coppie “non convenzionali”, quali partner dello stesso sesso, di etnia e religione diversa o con un’importante differenza di età.  Lo stress vissuto dai componenti della coppia può essere così forte, a causa della non accettazione da parte del contesto socio-culturale, da arrivare a generare una frattura nella relazione stessa.

giulia armani, alessia viola e serena gunguiAbbiamo poi voluto dare una lettura della crisi di coppia in termini di schemi individuali che ognuno dei due partner mette in atto come modalità automatica di reazione allo stress. Tali schemi solitamente affondano le loro radici nel passato: nelle primissime esperienze che abbiamo vissuto con chi si è preso cura di noi da bambini. Esperienze di un certo tipo ripetute nel tempo, vengono a formare degli schemi mentali, fondati su rappresentazioni di sé e dell’altro, che orientano poi il nostro comportamento e le nostre emozioni all’interno delle relazioni attuali, soprattutto in un momento stressante.

Si crea in questo modo un collegamento molto forte, quanto spesso inconsapevole, tra passato e presente. Svincolarsi dunque dalla rigidità di risposta che il nostro schema individuale ci impone, permette di aprirsi alla comunicazione reale con l’altro e di cercare nuove strategie “a due” per risolvere la crisi. Abbiamo posto l’accento, quindi, sull’importanza dell’ascolto tra i partner, come modalità per instaurare una vera comunicazione, chiara e rispettosa. Da questo processo può rafforzarsi il senso del “noi”, fondamento essenziale di una relazione salda e funzionante.

Nell’esplorare questi temi ci è stato di prezioso aiuto anche l’intervento della Dott.ssa Serena Gungui, psicosessuologa, che ha fornito le sue conoscenze rispetto all’ambito della sessualità. Serena ci ha parlato di desiderio, facendoci sperimentare in prima persona che cosa significa desiderare qualcosa (come una gustosa torta al cioccolato!). 

cioccolatini in omaggioCi ha poi illustrato come funziona il desiderio sessuale e le differenze che ci sono tra uomini e donne. Infine, abbiamo visto come vivere un forte stress nella coppia possa avere importanti ripercussioni sul piano della sessualità, generando spesso un calo del desiderio.

Serena, però, ci ha anche fornito utili suggerimenti per creare il giusto livello di condivisione e intimità, così da riaccendere la fiamma del desiderio tra i partner.

Come sempre, abbiamo concluso il nostro evento con un piccolo dono che i partecipanti si sono potuti portare a casa per coltivare concretamente quanto detto: questa volta si trattava di piccoli consigli pratici per rafforzare la vicinanza della coppia, corredati di due dolci cioccolatini.


Vi aspettiamo al nostro prossimo incontro!

Lascia un commento