Luglio: i nostri consigli

Questo mese stiamo scoprendo i segreti della memoria umana e il modo in cui una condizione di stress cronico può danneggiare i circuiti cerebrali della memoria, portandoci a vivere conseguenze fastidiose, come non ricordare informazioni importanti.
Ecco quindi i nostri preferiti: due libri che approfondiscono l’argomento della memoria, anche se lo fanno in maniera diversa.

Il primo, “Il segreto della memoria” di Nikolais Boris Konrad, affronta diversi aspetti cruciali della nostra memoria. Dal motivo per cui dimentichiamo impegni e altre informazioni, ma possiamo ricordarcene quando risaliamo alle condizioni in cui ne siamo venuti a conoscenza la prima volta; al motivo per cui gli anziani ricordano bene fatti del passato e non cose più recenti; fino alla possibilità di dimenticare ciò che è inutile e imparare a ricordare solo le informazioni che ci servono. Nikolais Konrad, oltre ad essere un neuroscienziato, è da anni ai primi posti dei campionati mondiali della memoria. In questo libro condivide le sue conoscenze sulla memoria e sulle tecniche, praticabili da tutti, per migliorare le proprie capacità di ricordare ciò che si apprende.

 

Il secondo libro che vi consigliamo, “Quando la memoria ci inganna. La psicologia delle false memorie” di Manila Vannucci, cerca di rispondere ad una domanda intrigante e a tratti inquietante: e se la memoria ci ingannasse? Quanto possono essere distorti i ricordi? Possiamo arrivare, addirittura, a ricordare qualcosa che non è mai accaduto? In questo libro, dunque, si affronta un ulteriore sfaccettatura della memoria: non solo possiamo avere perdite di memoria o difficoltà a memorizzare nuove informazioni, in alcuni casi può succedere che i nostri ricordi vengano deformati, che aggiungiamo dati inesistenti là dove c’era vuoto, creando scenari che non si sono mai verificati. Manila Vannucci, psicologa e ricercatrice, illustra in questo volume i possibili meccanismi alla base di queste distorsioni nella memoria e indica le strategie per provare a difendersene. Il testo affronta questi temi alla luce delle più recenti scoperte della psicologia cognitiva e delle neuroscienze, mettendo in evidenza l’importanza di questi aspetti anche in campo applicativo, soprattutto in ambito giudiziario, dove spesso, purtroppo, possono verificarsi casi di falsa testimonianza.

Fateci sapere nei commenti se avete letto questi libri o se ne avete altri da consigliarci!

Posted in Preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *